La “Marca” come terra di confine di demarcazione, zona di passaggio quindi, ma anche di incontri, di confronti, di scambi.
Da questa eredità storica nasce quindi la particolarità della regione.
E’ l’unica regione italiana al plurale: le Marche.
Proprio perché costituita dall’unione di diverse realtà politiche, culturali e sociali. Il territorio delle Marche, regione resa famosa dalla bellezza dei propri paesaggi, si presenta con caratteristiche strutturali proprie: nel suo complesso mostra un forte contrasto tra la parte occidentale, prevalentemente montuosa e quella orientale, che degrada dalle colline fino al litorale adriatico. L’entroterra è caratterizzato dalla catena montuosa dell’Appennino marchigiano, che presenta il massimo del!’ elevazione in corrispondenza dei Monti Sibillini, nel’ omonimo Parco Nazionale che a sede a Visso.
E’ proprio in questa zona montuosa dell”entroterra marchigiano, a circa 70 km dalla costa, che si trova l’Unione Montana Marca di Camerino.  Qui i monti sono da millenni custodi della storia delle genti che si sono insediate tra queste vallate. La natura sembra far parte delle vicende che hanno visto la nascita dei Comuni e dei  borghi medievali.

I Le numerose testimonianze storiche ed architettoniche con rocche, torri e castelli che si incontrano in tutto il territorio si integrano perfettamente nella magia di queste montagne. Il fascino dei paesaggi è legato alle storie leggendarie raccontate nel corso dei secoli, contribuendo ad avvolgere questa terra di un’aura di suggestione e mistero. Un viaggio attraverso i colori, i sapori e i profumi per comprenderne anche la storia.